Estetica e sbiancamento

Avere un sorriso con i denti bianchi e luminosi aiuta a migliorare l’aspetto generale di noi stessi e migliora l’autostima.
Con l’igiene orale professionale si ottiene una bocca pulita e sana, ripristinando la naturale colorazione dello smalto.
Qualora vi sia necessità di sbiancare ulteriormente i denti si può ricorrere allo Sbiancamento dentale professionale, il quale utilizza agenti che penetrano nello smalto ed eliminano le macchie intrinseche, quelle cioè all’interno del dente.

Come funziona

La molecola che sbianca è il PEROSSIDO D’IDROGENO:
per legge nei prodotti accessibili ai pazienti è inferiore all’ 1%, mentre nei prodotti professionali raggiunge anche il 40%.
Il dentista applica l’agente sbiancante attivo, il quale penetra nello smalto e raggiunge le molecole responsabili delle macchie: i radicali liberi rilasciati dall’agente decompongono tali molecole (rompendo i legami che le tengono insieme), rendendole NON più visibili.

Danneggia i denti?

Assolutamente NO.
Il gel utilizzato per lo sbiancamento professionale non fa altro che disgregare le pigmentazioni presenti nelle microfessure dello smalto lasciando quest’ultimo intatto.
Al contrario, se utilizzate rimedi casalinghi come bicarbonato, limone e sale lo distruggete causando abrasioni ed erosioni chimiche irreversibili.

Quanto dura l’effetto

È difficile rispondere, perché in gran parte dipende dalle abitudini quotidiane di ciascuno di noi. Generalmente la durata varia tra gli 8 e i 16 mesi.

 
WhatsApp Chat
Invia