Ortognatodonzia

L’ortognatodonzia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa di prevenzione e trattamento delle mal posizioni dei denti e dei mascellari (“Orto” = dritto; “gnato” = ossa mascellari; “donzia” = denti).

I nostri obiettivi

  1. Raggiungere un corretto allineamento dei denti
    Ottenere una efficiente funzione masticatoria
  2. Raggiungere una buona estetica del sorriso
  3. Ottenere e/o migliorare la salute dei denti e del parodonto
  4. Mantenere nel tempo i risultati ottenuti

Cause

Ereditarie:

  • affollamento dentario;
  • diastemi interdentali (cioè presenza di spazio tra i denti);
  • denti soprannumerari (in più rispetto al numero giusto);
  • agenesie (mancanza di uno o più elementi dentali);
  • prognatismo (mascellare superiore ipersviluppato);
  • progenismo (mandibola ipersviluppata).

Ambientali:

  • succhiamento del pollice,
  • succhiamento del ciuccio oltre i 4 anni,
  • deglutizione infantile con interposizione dei denti,
  • respirazione orale,
  • tonsille,
  • adenoidi ipertrofiche,
  • deviazione del setto,
  • allergie,
  • perdita precoce dei denti decidui o permanenti.

Domande frequenti

A che età è meglio fare una prima visita?
È consigliabile effettuare una visita dallo specialista in ortognatodonzia dai 3 ai 6 anni per intercettare ed eliminare precocemente eventuali disarmonie dentali e/o scheletriche. La terapia precoce e intercettata previene l’instaurarsi delle malocclusioni.

Le radiografie sono sempre necessarie?
È di fondamentale importanza effettuare una diagnosi corretta e completa, basata non solo su un’evidenza clinica, ma anche su un’attenta lettura di una ortopantomografia (panoramica) e di una teleradiografia latero-laterale del cranio, con relativo tracciato cefalometrico.

WhatsApp Chat
Invia